Susie Salmon è la ragazzina protagonista del romanzo Amabili resti – dal quale Peter Jackson ha tratto un film – che è stata uccisa osserva la sua famiglia e il suo assassino dall’aldilà.  Nel tardo pomeriggio del 26 novembre 2010 Yara Gambirasio aveva finito uno dei suoi allenamenti in palestra, a pochi minuti a piedi da casa sua. Non vedendola tornare, dopo circa un quarto d’ora di attesa, i genitori provarono a telefonarle, ma il cellulare era spento. Dopo una serie di ulteriori tentativi, denunciarono la scomparsa della ragazzina.
Le prime indagini sulla scomparsa di Yara Gambirasio si dedicarono soprattutto a un cantiere nei pressi di Mapello, a circa 3 chilometri di distanza dalla palestra da cui era uscita Yara Gambirasio. La zona era stata identificata attraverso l’analisi degli ultimi ripetitori a cui si era collegato il suo cellulare. Furono utilizzati cani da ricerca per effettuare diversi rilievi e trovare possibili tracce. Tre mesi dopo la scomparsa, Yara Gambirasio fu trovata morta da un passante lungo un torrente, poco distante dal paese di Chignolo d’Isola, a circa 9 chilometri di distanza da Mapello. Le indagini indicarono il luogo del ritrovamento come quello in cui era stata uccisa la ragazzina, che probabilmente era stata prima trasportata contro la sua volontà nella zona da qualcuno per violentarla. L’autopsia confermò che Yara Gambirasio era stata colpita alla testa e ferita gravemente con un’arma da taglio alla gola, al torace, alla schiena e ai polsi . L’assalitore probabilmente se ne era andato prima che fosse morta.