A Luino è conservato un archivio dei manoscritti di Sereni ideato da Dante Isella, curatore del volume Vittorio Sereni, Poesie, per i Meridiani, 1995. “Sereni è un autore cruciale per la poesia del nostro tempo. Ha saputo come pochi altri, in quanto a rigore e forza espressiva, scandagliare una realtà sempre più frantumata e sfribata” scrive Antonio Riccardi, direttore letterario della Mondadori. L’espressione “Geografia Sereni” è della figlia Silvia, La figlia che non piange come recita il titolo di una poesia a lei dedicata dal padre. Nel 2013, in occasione del centenario della sua nascita sono usciti due volumi per gli Oscar Mondadori, Vittorio Sereni Poesi e Prose curati da Giulia Raboni, mentre la casa editrice il Saggiatore ha pubblicato la nuova edizione di Gli immediati dintorni, curato a suo tempo, prima che mancasse anche lei, dalla figlia maggiore Maria Teresa.