La ragazza era Anna Laura Braghetti, la “vivandiera” di Moro durante la prigionia del presidente della Dc alla cui memoria era dedicata l’aula di scienze politiche, la numero 11, in cui Bachelet aveva tenuto la sua ultima lezione. Bachelet era vicepresidente laico del Consiglio superiore della magistratura. Nel corso dei funerali, fu il figlio Giovanni a dire: «Vogliamo pregare anche per quelli che hanno colpito il mio papà perché, senza nulla togliere alla giustizia che deve trionfare, sulle nostre bocche ci sia sempre il perdono e mai la vendetta, sempre la vita e mai la richiesta della morte degli altri».