Testo tratto da “L’uomo coi capeli da ragazzo”, canzone di Ivano Fossati, scritta immaginando la storia di un malato psichiatrico che, il giorno in cui chiudono i manicomi, non ha nessuno che lo va a prendere. E’ contenuta nell’album “La pianta del tè” del 1988. Era il 13 maggio del 1978 quando il presidente della Repubblica italiano firmava la legge 180, più nota come Basaglia. Finiva un’era, si chiudevano i manicomi. L’applicazione della legge è stata comunque molto lunga, e fino a pochi anni fa gli ultimi manicomi erano ancora aperti, mentre resistono gli ospedali psichiatrici giudiziari.