Il 2 marzo 2006, Tommaso, 17 mesi appena, veniva rapito dalla sua abitazione a Casalbaroncolo, alle porte di Parma, dove abitava con i genitori, Paolo Onofri, e la moglie, Paola Pellinghelli. La sua vicenda commosse l’Italia intera. Il suo corpo fu ritrovato un mese dopo, il primo aprile, sull’argine del fiume Enza, in via del Traglione. Era stato ucciso la sera stessa del sequestro. Per la morte di Tommy è stato condannato all’ergastolo Mario Alessi, il manovale pregiudicato accusato dell’omicidio e del rapimento del piccolo. Condannata a 24 anni la sua convivente e complice Antonella Conserva.