Morire non si può.
E nascere neppure. In verità,
come da sempre nati,
come per sempre vivi, siamo qua.

Versi di Stefano Pirandello (1895)  inseriti dal padre in Quando si è qualcuno. Stefano tentò anche di completare con l’ultimo atto l’opera teatrale del padre I giganti della montagna rimasta incompiuta. Si chiama Il figlio prigioniero il volume che raccogle l’epistolario tra Stefano e Luigi Pirandello durante la guerra, pubblicato da Mondadori nel 2005.