Sabato 9 ottobre 1982, giorno di Sheminì Azeret, alle 11:55, gli ebrei che uscivano dalla Sinagoga di Roma vennero colpiti da terroristi palestinesi: morì un bimbo di due anni, Stefano Gaj Taché, e i feriti furono più di trenta.