L’omicidio di Simonetta Cesaroni è passato alle cronache come il delitto di via Poma. Del caso, ancora irrisolto, si sono occupate decine di trasmissioni televisive ed anche una contestata fiction Rai. Renato Busco, ex fidanzato della vittima, è stato condannato a 24 anni di reclusione il 26 gennaio 2011. Ma la sentenza è stata ribaltata in appello, con l’assoluzione piena (per non aver commesso il fatto). Dopo la sentenza ha pianto e ha avuto un malore: “Da oggi ricomincio a vivere”. L’assoluzione è stata poi confermata dalla Cassazione il 26 Febbraio scorso. La Cesaroni, 20 anni, era al suo ultimo giorno di lavoro prima delle ferie ed era sola in ufficio, al terzo piano della scala B.