Il 15 dicembre 1976, a Sesto S. Giovanni (MI), durante una perquisizione domiciliare effettuata per procedere al suo arresto, Walter Alasia, appartenente alle Brigate rosse esplose colpi d’arma da fuoco che colpirono mortalmente il vicequestore Padovani e il maresciallo Sergio Bazzega. I due, pur essendo in condizione di rispondere al fuoco, non fecero uso delle armi in dotazione per non colpire i genitori del terrorista venutisi a trovare nello specchio di tiro. Il terrorista – nel cui nome le Brigate rosse avrebbero successivamente compiuto altri delitti – fu a sua volta colpito a morte nel tentativo di fuga dalla sua abitazione. In questa, furono rinvenute armi, ciclostilati, nomi e indicazioni su altri militanti dell’organizzazione e sulle sue possibili vittime.