atzeni Nel libro (p. 723) è citato un passo tratto da Passavamo sulla terra leggeri. Nato nel 1952, Atzeni è scomparso in circostanze tragiche, annengando nel mare della sua Sardegna. Atzeni ha scritto e tradotto molto; da un po’ di tempo è un autore più noto e apprezzato, sia in Italia che all’estero. Il suo secondo romanzo ll figlio di Bakunìn (1991), da cui Gianfranco Cabiddu ha tratto un film (1997), racconta il Novecento dal punto di vista dei minatori del Sulcis-Iglesiente, e si può leggere, tra l’altro, come un testo esemplare della letteratura italiana postcoloniale.