Nel libro (p. 150) è citato un brano tratto da Il giorno del giudizio romanzo postumo di Satta pubblicato da Adelphi nel 1979 e diventato un caso mondiale. Molti critici lo considerano una delle opere letterarie più importanti del Nocevento italiano. Singolare il caso di Satta. Originario di Nuoro, nato nel 1902, in vita era stato conosciuto come un apprezzato giurista, autore di numerosi manuali, soprattutto in materia di diritto fallimentare.