Rosario Di Salvo è spesso ricordato come l’autista di La Torre, ma in realtà era qualcosa di ben diverso. Era un impiegato del partito, un funzionario che si prestava a fare tutto, e che aveva collaborato con Achille Occhetto, maturando poi un profondo legame con Pio La Torre, che accompagnava in ogni iniziativa.