La Rosa dei venti fu un’organizzazione segreta italiana di stampo neofascista, collegata con ambienti militari nel 1973 e individuata alla fine di quell’anno dalla magistratura.. Il 9 novembre a La Spezia e nei giorni seguenti a Padova, furono arrestati alcuni membri del gruppo. Questa organizzazione, o frazione per meglio dire, di una struttura molto più estesa e capillare, è sotto il controllo del Sid e dell’Arma dei carabinieri che agiscono di concerto con i vertici delle Forze armate, favorevoli alla soluzione autoritaria. Un altro colpo di stato venne sventato, l’anno successivo, dal ministro della difesa, l’On. Giulio Andreotti che il 15 luglio destituì una dozzina di ammiragli e generali per prevenire, appunto, un golpe previsto per il 10 agosto. Nello stesso mese, il 23 agosto, la magistratura di Torino scoprì un complotto, noto come “golpe bianco”, che faceva capo a Edgardo Sogno.