La canzone citata nel libro (p. 328) è Ti ti ti ti. Sono in molti a sostenere che in realtà Rino Gaetano sia stato ucciso. Bruno Mautone, avvocato, afferma in un libro su Gaetano che in realtà i suoi testi non erano affatto leggeri ma che in qualche modo avevano riferimenti e predizioni sugli eventi italiani. Dieci anni prima del tragico incidente il cantautore aveva scritto un pezzo, rimasto inedito fino al 2007, La ballata di Renzo, che descrive la morte di un ragazzo dopo un incidente e il rifiuto di ben tre ospedali, come poi avvenne per lui. Particolare ancora più sconcertante è che nella sua canzone «premonitrice» Rino aveva nominato questi ospedali: il Policlinico, il San Giovanni e il San Camillo.