28 Aprile 2011, comandante. Un membro dell’equipaggio della petroliera interrogato dal magistrato, dichiarò di aver avvisato il comandante che quel traghetto stava venendo loro addosso, quando era a circa 200 metri di distanza. Il comandante Renato Superina è deceduto per una grave malattia il 28 aprile dell’anno scorso. Dopo quella nottata della collisione, non ha mai più rilasciato un’intervista, è stato una tomba. È vissuto 20 anni con un macigno nello stomaco. Al processo a Livorno, chiamato a testimoniare nel 1995, Renato Superina si avvalse della facoltà di non rispondere, essendo stato archiviata anche la sua posizione nel procedimento penale in cui risultava dapprima indagato, insieme all’ammiraglio Sergio Albanese e all’armatore del «Moby Prince» Achille Onorato.