Dossetti seppe essere ad un tempo uomo politico e uomo di Chiesa come mise ben in evidenza un suo ex seguace, Gianni Baget Bozzo (anche lui prete e uomo politico), in Il partito cristiano al potere. La Dc di De Gasperi e di Dossetti (Vallecchi). Fu membro dell’Assemblea Costituente, eletto mentre era un giovane professore di diritto canonico alla Cattolica, dopo essere stato fortemente critico verso il fascismo e aver partecipato alla Resistenza (fu presidente del CLN di Reggio Emilia). I conflitti interni alla DC e in particolare il suo scontro con De Gasperi gli fecero lentamente abbandonare le cariche pubbliche. Si dimise da deputato nel 1951. L’episodio della lettera in Vaticano è ricordato da Paolo Mieli in un lungo articolo del Corriere.