A Roma, in Via Fani, le Br hanno rapito Aldo Moro. Con Moro vengono uccisi tutti gli uomini della scorta. L’auto sulla quale viaggia il presidente della Dc è una Fiat 130 non blindata. La guida Domenico Ricci, appuntato dei Carabinieri, Di fianco il capo scorta, il maresciallo dei carabinieri Oreste Leonardi, Moro è seduto dietro. La macchina è seguita da un’Alfetta con dentro tre agenti della polizia, la guida l’agente Giulio Rivera, al suo fianco il brigadiere Francesco Zizzi, dietro l’agente scelto Raffaele Iozzino. L’ agente Francesco Zizzi era entrato a far parte della scorta Moro da poche ore: il giorno della strage di via Fani era il suo primo giorno di servizio. Invece Domenico Ricci, storico autista del presidente della Dc, avrebbe dovuto essere di riposo.