Il volo Alitalia AZ 112 era un volo operato da Alitalia che il 5 maggio 1972 si schiantò in fase di atterraggio contro la Montagna Longa tra il territorio di Cinisi ed il territorio di Carini, in provincia di Palermo, nei pressi dell’Aeroporto di Palermo-Punta Raisi. Rimasero uccisi tutti i presenti a bordo, 115 passeggeri e 7 membri dell’equipaggio  Quello citato nel libro (p. 80) è uno stralcio del rapporto  del vicequestore Giuseppe Peri, in cui si sosteneva che l’aereo sarebbe dovuto esplodere nel piazzale di sosta dell’aeroporto, ipotizzandosi così un attentato che l’autore del rapporto avrebbe addebitato a una sorta di alleanza trasversale fra persone riconducibili alla mafia e a una frangia eversiva di estrema destra. A sostegno di ciò, l’autore del rapporto ricordava come tre giorni dopo il disastro dopo si sarebbero tenute le elezioni politiche, nelle quali era prevedibile una forte crescita della destra politica. Il rapporto Peri è leggibile per intero a questo link: http://web.archive.org/web/20100920225228/montagnalonga.wordpress.com/il-rapporto-peri/