Verso mezzogiorno un autobus giunge a Torre Annunziata nei pressi del Circolo dei pescatori. Improvvisamente, dal mezzo non scendono dei turisti ma dei killer spietati che sparano uccidendo otto persone e ferendone altre sette. È un atto di guerra nei confronti del boss Valentino Gionta, boss di Torre Annunziata, da parte dei gruppi rivali delle famiglie Bardellino, Alfieri e Fabbrocino.