Tra i 33 imputati per la strage di Viareggio c’è anche Mauro Moretti, ai tempi amministratore delegato di Trenitalia. Le persone rimaste uccise nella strage di Viareggio sono state 32. Il 29 giugno del 2009, un convoglio ferroviario che trasportava gpl poco prima della mezzanotte deragliò alla stazione della città: alcuni carri cisterna si rovesciarono e uno si squarciò, provocando la fuoriuscita del gas, che esplose. La maggior parte delle vittime abitava in via Ponchielli, la strada che costeggia la stazione.