Pasquale Campanello, Sovrintendente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria, prestava servizio presso la Casa Circondariale di Poggioreale, dove era addetto al padiglione “Venezia” di massima sicurezza per la presenza di detenuti appartenenti alla criminalità organizzata e dove svolgeva il proprio compito senza alcun cedimento e nel rigoroso rispetto delle norme in vigore. Aveva 32 anni quando, l’ 8 febbraio 1993 finito il turno di lavoro, tornava a casa ed un commando di quattro killer, dopo essersi appostato sotto casa, lo bersagliò con 14 colpi di arma da fuoco di cui 4 alla testa uccidendolo sul colpo.