15 Gennai0, 2014. Paolo Onofri, papà del piccolo Tommy, il bambino rapito ed ucciso a Casalbaroncolo, in provincia di Parma, il 2 marzo 2006. L’uomo era stato colpito da un attacco cardiaco l’11 agosto del 2008 e da allora non aveva più ripreso conoscenza. La morte lo ha raggiunto nella clinica privata di Fontanellato dove era ricoverato da tempo.Onofri era stato colpito da un infarto mentre si trovava in vacanza con la moglie e il figlio maggiore a Folgaria, in Trentino. Tornato a casa dopo una passeggiata, Onofri si era sentito male e i familiari avevano chiamato i soccorsi. Vista la gravità delle sue condizioni, era intervenuto l’elicottero di Trentino Emergenza: l’uomo, era stato rianimato e trasportato d’urgenza all’ospedale. Nei giorni successivi all’attacco cardiaco, Onofri era stato ricoverato in una casa di cura, nel Parmense, senza mai riprendere conoscenza.