19 Maggio 2012, studentessa. Tremenda, incredibile mattina, quella del 19 maggio 2012 fuori dalla scuola “Morvillo-Falcone” di Brindisi. Una bomba esplose uccidendo la sedicenne Melissa Bassi e ferendo altre nove persone tra compagne di scuola e passanti. Nelle prime ore dopo l’attentato si pensò alla mafia, ma poi la verità apparve, se possibile, ancora più atroce. Aveva fatto tutto un uomo solo, Giovanni Vantaggiato. oggi condannato alla pena dell’ergastolo.