È stato un esponente di rilievo della famiglia mafiosa di Ciaculli, componente di un gruppo di fuoco capeggiato dal feroce Pino Greco, detto Scarpuzzedda, a sua volta ucciso nel 1985. Ha giocato un ruolo significativo nella guerra di mafia dei primi anni ottanta ordita da Totò Riina.Prestifilippo è stato ucciso a colpi di fucile automatico e fucile a pompa in un agguato tesogli da due killer in auto mentre correva per le strade di Bagheria il 29 settembre 1987 in motocicletta. È stato assassinato perché non era d’accordo con l’uccisione di Pino Greco (di cui era molto amico e suo nipote) e per questo aveva attaccato pesantemente Riina, che era il mandante dell’omicidio Greco. Al momento della sua morte era un ricercato, sospettato di dozzine di omicidi.