Di Mario Luzi ricorre nel 2014 il centenario dalla nascita. E’ stato l’ultimo artefice di una tradizione fiorentina che ebbe antesignani Papini e Prezzolini e Aldo Palazzeschi. Era coetaneo di Vasco Pratolini. La poesia qui riportata, Guarda, guarda bene, è tratta da Sotto specie umana, una delle sue ultime raccolte, del 1999.