4 luglio 2013. Il 4 Luglio 2013 Mario Castaldi, un ragazzo di diciannove anni di Ischia, in provincia di Napoli, si è tolto la vita lanciandosi nel vuoto perché, a causa della dipendenza dal gioco d’azzardo on line, aveva sciupato tutti i soldi nella Poste Pay della madre, 300 euro. Fonte: Il Mattino del 6 Luglio 2013. In Italia la cura del gioco d’azzardo patologico è piuttosto recente. In alcune regioni SerT (Servizi per le dipendenze patologiche delle ASL) hanno istituito specifiche équipe (composte da medici, psicologi, assistenti sociali, educatori, infermieri) che si occupano di diagnosi e cura del gioco d’azzardo patologico