Luigi Marangoni, direttore sanitario dell’ ospedale Maggiore-Policlinico, venne ucciso a colpi di pistola la mattina del 17 febbraio 1981, mentre usciva in auto dalla casa di via Don Gnocchi per andare in ospedale. Aveva 44 anni. Il gruppo di fuoco, composto da quattro membri della Brigate rosse, riuscì a fuggire. Oggi l’ala del Policlinico dedicata al coordinamento dei trapianti porta il suo nome.