Lucio Battisti, 55 anni, smette di vivere alle 8 del mattino del 9 settembre 1998. Cantautore, polistrumentista, produttore discografico e compositore, è autore, spesso in coppia con il paroliere Mogol, di alcune delle più belle canzoni della musica italiana: La canzone del sole, Emozioni, I giardini di Marzo,Io vorrei…non vorrei…ma se vuoi….Alla sua scomparsa, Battisti ha lasciato 19 album ufficiali. Per l’enciclopedia Treccani, “ha coniugato in un’accezione originale la vena melodica tipica della canzone italiana con sonorità, arrangiamenti e tratti ritmici del rhythm and blues, del rock, latini, e altro ancora”. Scrive Michele Serra su Repubblica del 10 Settembre 1998: «Le sue canzoni sono nell’aria, sono aria e suoneranno all’infinito, o almeno per quanto infinita possa sembrarci la vita, tre minuti di canzone più tre minuti di canzone più tre minuti di canzone più tre minuti di canzone… »