Luciano Liggio, meglio conosciuto come Liggio dall’errore di trascrizione di un brigadiere, detto “Lucianeddu” (1925), è stato un criminale italiano, legato a Cosa Nostra e detto anche “La primula rossa di Corleone”. Il personaggio compare in diversi film e fiction, come Placido Rizzotto, Il capo dei capi.