E’ l’inizio della cronaca di quanto accadde all’Università di Roma il 17 Febbraio 1977, fatta per La Repubblica da Carlo Rivolta: “Quel giorno a Roma, l’assalto a Lama va in scena la tragedia della sinistra italiana”. Il 17 febbraio 1977 all’Università di Roma fu violentemente contestato da giovani aderenti a posizioni extraparlamentari. Tale episodio passò alla storia come “la cacciata di Lama” e venne citato da Fabrizio de André nella canzone Coda di Lupo. Lama nacque a Gambettola (Forlì) aderì al Partito Socialista Italiano e partecipò alla Resistenza partigiana. Dopo la guerra, passò nel 1946 al Partito Comunista Italiano e divenne uno dei suoi dirigenti fino a far parte del Comitato centrale nel 1956. Due anni dopo fu eletto per la prima volta deputato. Divenne segretario nazionale della Cgil nel 1970 e lasciò nel 1986.