Circa la Skorpion, Giovanni Bianconi ha scritto sul Corriere della Sera dell’8 Gennaio 2014 un articolo dal titolo Quella Skorpion di Jimmy Fontana, L’ arma, venduta dal cantante, venne usata in seguito dalle Br. Dopo 23 anni, nel 2009, la Procura di Firenze ha archiviato l’inchiesta sull’assassinio di Lando Conti, l’ex sindaco del capoluogo toscano, ucciso da un commando brigatista il 10 febbraio del 1986.

Fu uno dei omicidi eccellenti di una stagione di sangue. In un delirante volantino a firma Brigate Rosse – Partito Comunista Combattente si leggeva che Conti era stato colpito per il suo «ruolo svolto sia nel Consiglio di Amministrazione della Sma, sia come esponente di rilievo del Partito Repubblicano Italano, nonché nel panorama del potere politico locale, è indicativo per comprendere fino in fondo le interconnessioni di interesse politico, economico e militare assunte oggi dal settore bellico». La Sma era un´azienda che produceva apparecchiature anche per uso militare. Invece, con tutta probabilità, Conti pagò il fatto che in una fase in cui aumentavano i casi di dissociazione dal terrorismo, si recò da sindaco in una sala di Tribunale per incontrare i dissociati di Prima Linea, ai quali disse che la Repubblica perdona in omaggio alle leggi della giustizia che ci hanno consentito di vincere il terrorismo, senza venir mai meno alla libertà, ma non dimentica. E questo apparve una sfida all’ala dura delle Brigate Rosse che hanno scelto sempre uomini simbolo da uccidere.