La lira fu la moneta italiana fino all’ingresso dell’euro, il 1 gennaio del 2002. Per la prima volta nella storia del mondo le monete di 17 Paesi vennero sostituite da un’unica moneta euroepea. Per gli italiani fu motivo di gran disorientamento, anche perchè il cambio percepito fu in realtà di 2000 lire / un euro, e molte cose rincarono. Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi mandò a casa degli italiani un “euroconveritore” di colore azzurro, con tanto di lettera di accompagnamento.