Per l’allora deputato dei Ds, Fabio Mussi, la Bicamerale finì per colpa di Silvio Berlusconi, che prima aveva dato il suo sì alla richiesta di introdurre il cancellariato, con un sistema proporzionale, e poi il 27 Maggio 1998 aveva ribaltato il tavolo. Fu il Presidente della Camera Luciano Violante a comunicare ufficialmente, il 9 Giugno del 1998, la fine della Bicamerale «per il venir meno delle condizioni politiche per la prosecuzione della discussione».