Sono alcuni dei titoli dei servizi televisivi dalla Somalia della giornalista del Tg3 Ilaria Alpi e del suo operatore Miran Hovratin. La loro morte, avvenuta in una Somalia devastata dalla guerra civile, è un caso internazionale mai risolto. Si sta che stavano indagando su traffici illeciti. Il film Ilaria Alpi – Il più crudele dei giorni di Ferdinando Vicentini Orgnani ripercorre questa tragedia. Nel 2007 debutta il monologo di teatro civile: “La vacanza” sul caso di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin scritto e interpretato da Marina Senesicon la collaborazione della giornalista di Report Sabrina Giannini. Nel maggio 2009, Daniele Biacchessi scrive la storia di Miran Hrovatin nel suo libro Passione reporter.Dirà Giorgio Bocca: “Durante la mia professione mi sono sempre chiesto se vale la pena morire per il giornalismo. La vicenda di Ilaria Alpi, con le bugie e le menzogne connesse, ci dimostra che non ne vale la pena. Ma c’è sempre speranza che le cose cambino”.