Nel libro (p. 529) viene citata l’ironica canzone di Tata Giacobetti Però mi vuole bene, uno dei successi del Quartetto Cetra, del quale fu il fondatore. E’ stata una delle principali formazioni della musica italiana nell’ambito del varietà e anche dell’avanspettacolo. Con la morte di Giacobetti si chiude l’attività del Quartetto Cetra.