Il primo cinepanettone è del 1983, Vacanze di Natale. De Sica è il viziato rampollo di una famiglia di ricconi. Inizia così la più longeva e redditizia della saghe cinematografiche italiane. Il pezzo di Severgnini è del 2002: «Cento volgarità nel film di Natale, il cattivo gusto non ha argini». Esiste anche la Fenomenologia del cinepanettone, di Alan O’ Leary, studioso dell’università di Leeds. E’ in Spqr – 2000 e mezzo anni fa a cui la critica unanime attribuisce l’inizio della deriva impresentabile, con la famosa battuta: «a Iside, famme una pompa». Nel 2009, il ministero della Cultura concesse la qualifica di «film di interesse culturale» a Natale a Beverly Hills. L’ultimo “cinepanettone” con De Sica è Vacanze di Natale a Cortina.