Il 1° ottobre del 2009, un’alluvione e colata di detrito colpiscono  Messina, nelle frazioni di Giampilieri Superiore, Altolia e Briga Superiore e nel comune di Scaletta Zanclea. I morti sono 36. Le cause della disgrazia sono le forti piogge e il dissesto idrogeologico della zona. Bertolaso, ancora lui, si trova a coordinare, nel suo momento di massima popolarità, anche quelle operazioni di intervento per i soccorsi e la ricostruzione, a cinque mesi dal terremoto dell’Aquila.