Viene aperta dal ministro della Sanità, Donat Cattin, un’inchiesta sulla clinica Mangiagalli, si presume che vi vengano praticati aborti anche dopo i tre mesi. Cè molta polemica, perchè il fronte cattolico in Italia è contrario alla legge 194 sull’interruzione della gravidanza. Nel 1993 ottava sezione penale del tribunale di Milano scagiona la clinica dall’ accusa. I 141 aborti, eseguiti su altrettante minorenni oltre il terzo mese di gravidanza alla clinica Mangiagalli in 10 anni, erano assolutamente in regola con la legge 194. Per mesi la Mangiagalli si trasformò in trincea, invasa dalle armate del defunto ex ministro democristiano Carlo Donat Cattin. Divenne il simbolo della difesa della legge che consente l’aborto, la libera scelta della donna, la laicità della cultura medica.