pratt Lo ricorda Antonio D’Orrico sul Corriere della Sera del 27 Aprile 2009 (“La ballata del Pratt perduto”). Nato il 15 giugno 1927 su una spiaggia vicinissima a Rimini, Hugo Pratt è uno dei maestri indiscussi del fumetto moderno. Corto Maltese, eroe romantico alla Conrad, che, divenuto protagonista di una lunga serie di avventure, darà a Pratt una meritata fama internazionale. Muore il 20 agosto 1995. Le sue strisce, le opere grafiche e i suoi acquarelli vengono esposti nei più importanti Musei, dal Grand Palais alla Pinacothéque di Parigi, il Vittoriano di Roma, Ca’ Pesaro a Venezia, Santa Maria della Scala a Siena. Per definire le sue storie è stato appositamente coniato il termine di “letteratura disegnata”. Viene citato da autori e artisti come Tim Burton, Frank Miller, Woody Allen, Umberto Eco, Paolo Conte. Ha vissuto in Italia, Argentina, Inghilterra, Francia e Svizzera, viaggiando praticamente in tutto il resto del mondo.