Il triplice omicidio venne compiuto la sera del 13 giugno 1983 in via Scobar e sarebbe stato voluto dal clan dei Brusca di San Giuseppe Jato, sul quale il capitano stava indagando.La dichiarazione di Sciascia è tratta da un’intervista a Radio Radicale il giorno dopo l’omicidio.