L’omicidio Crisafulli fu ricostruito sono nel 1998 insieme ad un’altra cinquantina di delitti di mafia ordinati dai Corleonesi a Palermo nei primi anni ‘80 per punire gli “sgarri” più diversi. Crisafulli venne assassinato perché dava fastidio ai boss di Porta Nuova. Era in pensione da sei anni, ma la divisa la portava nel cuore: tornando a casa, aveva notato uno strano via vai attorno a un camion da cui, alcuni uomini, scaricavano casseforti. Fiutò qualcosa, commise l’ imprudenza di fare troppe domande.