Dopo la morte di Cesaroni (classe 1933) il Folkstudio, che già non aveva più la fortuna degli anni ‘70 chiuderà. Era il locale dove cominciarono a muovere i primi passi De Gregori, Venditti e tanti altri. La leggenda vuole che uno sconosciuto Bob Dylan, di passaggio a Roma, tenne lì un concerto davanti a non più di 15 persone.