A Castel Volturno (Caserta), è ucciso Francesco Salvo, cameriere in un bar, bruciato vivo in un raid punitivo contro il titolare, che aveva tolti i videogiochi del clan. Rosaria Capacchione per il Mattino ne ha seguito la cronaca e gli sviluppi, fino all’arresto, nel 2006, degli autori.