10 Maggio 2012, pregiudicato. Nel novembre 2013, in Calabria, le forze di polizia fanno luce sull’ennesima faida di ‘ndrangheta. Intercettando una serie di sospettati, i poliziotti sentono al telefono Simone Pepe, killer della cosca Borrarigo, che si vanta di come ha ucciso il 10 Maggio 2012, il rivale della cosca avversaria Vincenzo Raccosta, prendedolo a palate e dandolo in pasto ai maiali ancora vivo. L’uomo dato in pasto ai maiali si chiamava Francesco Raccosta. Sarebbe stato lui a uccidere il boss Domenico Bonarrigo che insieme ai Mazzagatti e Polimeni, da anni sono in guerra con i Ferraro-Raccosta in una faida paesana che ha origini nel 1950. Una guerra con decine di morti ammazzati che non ha risparmiato donne e neanche bambini.