Come tutti gli appartenenti alla P2 Cosentino smentì sempre di essere membro della Loggia segreta. La scoperta della P2 non fu l’unico incidente nel quale incappò Cosentino, che finì nei guai nel ‘76 per lo scandalo Lockheed, la ditta americana che pagava un sacco di mazzette per vendere agli italiani i suoi Hercules C-130. In quell’occasione Cosentino fu sollevato dal suo incarico. Ma il sodalizio con Gelli rimase ferreo, tanto che Cosentino, poi diventato manager di alcuni grandi alberghi, metteva a disposizione due suite di un hotel per i riti di iniziazione della P2 e gli incontri del Venerabile con i politici romani. Dieci anni dopo la sua morte, inoltre, alcuni pentiti hanno riferito ce i mafiosi Stefano Bontate e Pippo Calò erano in rapporti di amicizia con Cosentino, di origine siciliana.