Elio De Angelis (1958), pilota automobilistico italiano, è stato ampione nazionale di Formula 3 nel 1977, debuttò due anni dopo in Formula 1 nel Gran Premio d’Argentina. Sette stagioni in F1 prima del fatale incidente sul circuito di Le Castellet, il 14 maggio, durante una sessione di prove private. L’alettone posteriore della sua Brabham si stacca e fa perdere stabilità al retrotreno della vettura, che si cappotta più volte prima di finire contro una barriera e prendere fuoco. Alain Prost, Nigel Mansell e molti altri piloti si fermano a prestare soccorso e a cercare di estrarre invano De Angelis dall’abitacolo. Dopo parecchi minuti furono i commissari e alcuni meccanici a tirare fuori il pilota capitolino che deve attendere mezz’ora per l’arrivo dell’elicottero. Il motivo era la mancanza di mezzi di soccorso in circuito visto che si trattava di una sessione di test privati (dopo l’incidente la FIA impose anche per i test i medesimi standard di sicurezza delle gare).