Crescenzo Casillo era sindaco di Casoria (NA). Con il terremoto del 1981, i miliardi della ricostruzione, la ripresa dei cantieri, la comparsa di un nuovo ciclo politico-economico aumentarono le pressioni criminali nella zona campana. Crescenzo Casillo si oppose alle pressioni e ai tentativi di corruzione. Venne ucciso nel mese di dicembre del 1984.