Insieme a Franco Franchi, Ciccio Ingrassia aveva dato vita a una delle coppie comiche italiane più popolari: «dei due lui era quello serio e severo, mentre Franchi era buffo e pasticcione. La sua figura lunga e allampanata faceva da contrappunto naturale alle smorfie clownesche del compagno. Se Franco era lo zotico e il cretino, Ciccio era il saggio con qualche ombra di nobiltà, forse per questo più incline ai ruoli drammatici che gli sono stati assegnati» (Così La Repubblica, il 28 Aprile del 2003). A Franchi e Ingrassia i registi Daniele Ciprì e Franco Maresco hanno dedicato, nel 2004, Come inguaimmo il cinema italiano. Ingrassia deve molto anche a Federico Fellini, che lo rese popolare in una memorabile scena di Amarcord, con lui in cima all’albero che urla «Voglio una donna!». Peccato che Fellini lo abbia fatto doppiare.