C’ erano solo tre persone al funerale di Caterina Picasso, la “nonnina delle Brigate rosse” morta nella casa di riposo Doria, a Genova: un lontano cugino e due anziane amiche che l’ hanno assistita negli ultimi mesi. I vecchi “compagni di lotta” si erano dimenticati di lei da tempo. Caterina Picasso aveva ottantanove anni; è stata la più anziana militante delle Br. Nell’ 80, quando i poliziotti l’ arrestarono, aveva già compiuto 73 anni e poteva vantare di aver ospitato nella sua casa alla periferia di Genova i capi storici dell’ organizzazione armata, da Riccardo Dura, poi morto in uno scontro a fuoco con i carabinieri, a Fulvia Miglietta coinvolta nel sequestro del generale americano Dozier, all’ imprendibile Francesco Lo Bianco fino a Rocco Micaletto. Nell’ armadio di casa sua la polizia trovò pistole, un mitra e bombe anticarro. Dopo tre anni di prigione il giudice la fece uscire per motivi di salute.