Caterina Nencioni aveva solo 50 giorni. E’ morta nella strage di Via dei Georgofili ed è la più giovane vittima del terrorismo mafioso in Italia. Scrive Sandra Bonsanti ne “Il gioco grande del potere” (Chiarelettere, 2013): “Chi vide, poco dopo l’esplosione, il vigile che teneva in mano Caterina Nencioni, 50 giorni, il braccino esile abbandonato fuori dal quella specie di fagotto, scosse la testa e disse: hanno voluto sfidare il mondo”.